Perchè c’è un colesterolo buono e uno cattivo ?

Come mai c’è un tipo di colesterolo chiamato cattivo e un colesterolo buono ? In realtà il colesterolo è un solo, ma il suo nome cambia in base al tipo di proteina attraverso il quale viene trasportato nel sangue.

Differenza tra colesterolo buono e colesterolo cattivo

Per poter fluire nel sangue infatti, il colesterolo deve legarsi ad alcuni tipi di proteine chiamate lipoproteine, capaci di legarsi ai grassi (lipidi) come il colesterolo. Quando il colesterolo è legato alle lipoproteine a bassa densità (LDL, acronimo di Low Density Lipoprotein) assume il nome di colesterolo ldl o colesterolo cattivo. Quando invece si lega alle proteine ad alta densità (HDL, High Density Lipoprotein) il colesterolo assume il nome di colesterolo buono o hdl.

Il colesterolo buono è così chiamato perché ha un ruolo positivo all’interno del nostro corpo. Esso infatti contrasta il colesterolo cattivo, pulendo le arterie come se fosse uno spazzino.

Quando si fanno le analisi del sangue, il valore da tenere maggiormente in considerazione non è tanto il colesterolo totale, quanto invece il colesterolo cattivo (ldl) e il colestero buono (hdl), i quali devono rientrare all’interno di determinati valori. Il colesterolo buono in particolare deve essere superiore ad un certo valore, e anzi più alto è e meglio è per la nostra salute.

Altri libri consigliati

Add a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *